CHI SIAMO PROGETTI QUESITI H DIFESA SERVIZI SOSHANDICAP
DOWNLOADS
ISCRIZIONE CONSULENZAONLINE LEGGI SONDAGGI - CHAT LINK CONTATTACI
  

 

L A V O R O

Collocamento Obbligatorio disabili – Lavoro Mirato Legge n.68/991 

          COLLOCAMENTO M I R A T O: è un attualissimo strumento tecnico previsto per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro attraverso la valutazione delle capacità della persona disabile e delle situazioni di lavoro, (art.2 della Legge 68/99).

         Questa nuova Legge definisce l’inserimento e l’integrazione lavorativa delle persone disabili e pone forti penalità per le Aziende, che non rispettano le percentuali di assunzioni previste.  Purtroppo   nella nostra Regione, e a Napoli esistono ancora fortissimi ritardi nell’applicazione della Legge, che ingiustamente penalizza, ancora una volta tantissimi giovani disabili, che vogliano inserirsi nella società.  In attesa forniamo alcune indicazioni:

A CHI  …. RIVOLGERSI  ?

 -         Ai nuovi Centri per l’Impiego della propria città ... che gestiranno le politiche del lavoro e sostituiranno gli ex Uffici del Collocamento, che sono in fase di informatizzazione, e dovranno offrire moderni servizi agevolando l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro. 

Uffici Provinciali  e comunali della tua città settore Handicap

- All’Agenzia della tua Regione  per il lavoro

-         Ufficio Handicap del Comune

·     - Provincia

C O S A    F A R E  ?

- Si dovrà presentare domanda ai Centri per l’Impiego3 ;

- Recarsi all’Ufficio del proprio Distretto Sanitario dell’A.S.L. di residenza per l’accertamento delle condizioni di disabilità. di cui all’art.4 L.104/92. Si dovrà richiedere le certificazioni e relazioni previste da trasmettere alla Commissione Tripartita Provinciale e al Comitato Tecnico previsto dall’art.8 della L.68/99, che provvede all’inserimento mirato al lavoro del disabile. Occorre verificare con la massima attenzione che l’apposita Commissione prevista dall’art.4 L.104/92, compili UNA GIUSTA RELAZIONE che individui le capacità’ del disabile e documentarsi su ogni successivo adempimento degli Uffici competenti per l’Inserimento lavorativo mirato (art.8 L.68/99 e L.241/90 sulla trasparenza Amministrativa). Con il decreto, pubblicato nella Gazzetta del 22 febbraio, viene affidato alle commissioni già esistenti e previste dalla precedente legge (104/92) l'accertamento delle condizioni di disabilità che danno diritto di accedere all'inserimento lavorativo dei disabili. Le commissioni, inoltre, avranno anche il compito di effettuare visite periodiche di controllo della permanenza dello stato invalidante. Tutta l'attività è finalizzata a formulare una diagnosi funzionale della persona disabile e a individuare la capacità globale per il collocamento lavorativo

 

OBBLIGO di ASSUNZIONE PER LE AZIENDE

Azienda

Disabili

Da assumere

Tipo di richiesta

da 15 a 35 dipendenti

1

Assunzione nominativa

da 36 a 50 dipendenti

2

50% nominativa

50% numerica

oltre 50 dipendenti

7%

60% nominativa

40% numerica

 

In conformità agli altri paese Europei  la quota d’obbligo è diminuita, ma ampliata la platea  dei datori di lavoro, in quanto vengono considerate anche le piccole Imprese:

                                                                              

AGEVOLAZIONI  per l’AZIENDA :

 INCENTIVI : fiscalizzazione totale di contributi assicurativi e previdenziali per max 8 anni  per disabili superiori al 79%; fiscalizzazione per max 5 anni per disabilita 67% al 79%; fiscalizzazione per max 8 anni per disabili psichici. Rimborso forfettario per le spese di adeguamento del posto di lavoro al disabile. (Art.13)   Le agevolazioni sono estese alle Aziende che pur non essendo obbligati ad assumere, procedono all’assunzione di disabili.

SANZIONI

         SONO PREVISTE GRAVISSIME SANZIONI PENALI, amministrative e civili previste dalle norme sul pubblico impiego (art.15 L.68/99 L.241/90); ANTI- BUROCRAZIA. Le Imprese e gli Enti Pubblici inadempienti sono oggetto di un’ammenda di £.1.000.000.= e una multa giornaliera di £.50.000 per ogni giorno di ritardo, al 60° giorno, la multa si raddoppia a £.100.000.=. Suddette somme si adegueranno  nel tempo e daranno vita al fondo nazionale per finanziare la L.68/99.  Le Imprese che non saranno in regola con le assunzioni obbligatorie non potranno più usufruire di agevolazioni Pubbliche né partecipare ad appalti pubblici.

____________

1 I riferimenti  D.P.C.M. 13/1/2000 – L. n. 68 del 12/3/99 – D.M. 22.11.99 –  L. Regionale n. 14 del 13/8/98 –Dl.L. n.469/97

2 Comitato Tecnico previsto art.6 L.68/99- diretto dal Presidente della Provincia di Napoli e i S.I.L. Servizio  Inserimento  Lavorativo Informatico

3 Prassi e procedura applicata già da vari anni in alcune  Regioni italiane.

4 Buone Prassi Regione Liguria – Emilia antesignane del modello applicato con Legge n.68/99

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

website statistics